Chiusura Temporanea Punto Vendita

Dobbiamo tutti garantire che questo periodo di isolamento finisca il prima possibile.

 Per questo motivo anche Vetunna – Cantine Bettona ha deciso di chiudere il punto vendita di Passaggio di Bettona fino alla data stabilita dal Decreto del Presidente del Consiglio.

 Lo facciamo con il senso di responsabilità che da sempre ci contraddistingue e con l’obiettivo di tutelare al massimo i nostri clienti, il nostro personale ed i nostri soci.

 Per questo motivo abbiamo deciso di attivare la 𝘃𝗲𝗻𝗱𝗶𝘁𝗮 𝗼𝗻𝗹𝗶𝗻𝗲 con consegna a domicilio a mezzo corriere espresso
𝗜𝗠𝗣!!! 𝗦𝗼𝗹𝗼 𝗯𝗼𝘁𝘁𝗶𝗴𝗹𝗶𝗲 𝗼 𝗕𝗮𝗴 𝗶𝗻 𝗕𝗼𝘅

Chiunque lo voglia può ordinarlo da:
📌 https://cantinebettona.com
📌 whatsapp >>> 3924463962

𝙏𝙪 𝙧𝙚𝙨𝙩𝙖 𝙖 𝙘𝙖𝙨𝙖 𝙘𝙝𝙚 𝙖𝙧𝙧𝙞𝙫𝙞𝙖𝙢𝙤 𝙣𝙤𝙞

Promo

Speciale PROMOZIONE

Vi aspettiamo alle Cantine Bettona da lunedì 20 gennaio a venerdì 25 gennaio 2020 (compresi) con una speciale promozione su tutti i nostri vini

————–

Vetunna – Cantine Bettona

via Assisi 81 – Passaggio di Bettona

Betonica: grechetto o pianta officinale?

Betonica: la Pianta Officinale

La Betonica, o “Bettonica” o anche “Vettonica”, è una pianta erbacea officinale della famiglia delle Labiate, la Stachys officinalis.

Conosciuta fin dall’antichità, venne così chiamata dagli antichi romani dal nome dei Bettones, o Vettones, una popolazione della regione iberica. Dal nome di questa pianta erbacea deriva anche il nome di Bettona, conosciuta in latino come Vettona proprio in onore della grande presenza di questa pianta.

Non a caso lo stemma di questa città sono presenti 3 foglie molto simili a quelle di questa pianta.

La Betonica è sempre stata una pianta molto conosciuta per le sue proprietà benefiche fin dall’antichità ed usata come rimedi stimolanti e digestivi dalle popolazioni antiche. Era usate anche per le sue proprietà calmanti e tonificanti ed anche per questi motivi, si pensa che abbia donato ispirazione per la scelta del nome di Bettona data la quiete che si respira nei suoi territori ed il vigore che caratterizza da sempre i suoi abitanti.

E’ una pianta che è presente praticamente ovunque in Italia, per questo ci sono molti proverbi e detti popolari che la riguardano: essere conosciuto più della Betonica infatti significa essere conosciuto da tutti, non sempre in senso positivo. Avere più virtù della Betonica è invece considerato un bel complimento.

Betonica: vino Grechetto di Vetunna – Cantine Bettona

Vino-Bianco-Betonica-UmbriaIl vino si presenta di un intenso giallo paglierino ed ha profumi caratteristici che ricordano in particolare la frutta a polpa bianca e la mandorla. Il suo è un gusto deciso, dalla spiccata sapidità ma armonioso al tempo stesso.

Un vino che si sposa alla perfezione con il pesce ma che il meglio di sé con i piatti della tradizione locale Umbra come zuppe di verdure e carni bianche come quella dell’oca.

D’altronde la provenienza delle sue uve, tutte accuratamente selezionate dai nostri migliori vitigni di grechettoè quella dei Colli Martani, situati praticamente al centro dell’Umbria.

L’arte della vite e del vino dopotutto è intimamente legata al nostro territorio per naturale vocazione e da secoli di storia: una garanzia di qualità per vini eccellenti.

Tornando alla Betonica, dopo averlo fatto invecchiare in botti di acciaio vi consigliamo di servirlo fresco, ad una temperatura compresa tra i 10 ed i 12 °C in modo che la sua intensa gradazione alcolica, di circa 13 °C non risulti troppo aggressiva.

I Notabili di Bettona

Con il termine “notabile” solitamente indichiamo i personaggi più autorevoli di una comunità o di un’organizzazione. La storia di Bettona infatti è ricca di personaggi di grande calibro e che hanno rappresentato fonte di ispirazioni per i cittadini di questo borgo fra i più belli d’ Italia.Senza dubbio uno dei primi notabili che dobbiamo tenere in considerazione è San Crispolto,  evangelizzatore di Bettona che venne martirizzato dai romani nel I secolo dopo Cristo. Tuttavia proprio grazie a San Crispolto ed all’avvento del Cristianesimo Bettona, situata lungo la via Amerina, una delle più importanti vie di comunicazione verso il Nord, divenne un importante crocevia.Proseguendo arriviamo al periodo medievaledove le lotte per l’indipendenza, in particolare con la vicina Perugia erano assai frequenti. In particolare, nel 1352, Bettona cadde sotto il dominio di quest’ultima che le inflisse una condanna esemplare: venne rasa a suolo, tranne le chiese, e come se non bastasse 157 notabili del luogo vennero presi prigionieri e condotti nel capoluogo umbro insieme al corpo di San Crispolto.Fu un altro notabile, il cardinale Egidio Albornoz ad ordinare che la città venisse ricostruita con una cerchia di mura più ristretta della precedente, ma ben più fortificata; fino a quando, nel 1371, Bettona riebbe il corpo del suo Santo protettore e martire.In seguito Bettona passò sotto la Signoria dei Trinci di Foligno, dal 1389 al 1425, anno in cui fu concessa dal Papa ai Baglioni di Perugia.I notabili per Bettona quindi, oltre ad essere figure autorevoli, hanno sempre rappresentato una garanzia di prestigio e di indipendenza, oltre che di predisposizione al sacrificio per il bene comune e per questo furono sempre stimati dai propri concittadini.

Il vino rosso Notabile di Bettona I.G.P.

Vino-Rosso-Notabile-UmbriaBasandoci sulla storia di Bettona, abbiamo voluto quindi dare un nome ad un nostro vino (Notabile, per l’appunto) al contempo autorevole ma legato alle tradizioni sociali e culturali per il nostro vino oltre che al territorio: il marchio I.G.P. (Indicazione Geografica Protetta).

Si tratta di un vino che nasce dalla passione e dall’esperienza del nostro fondatore Prof. Gianfrancesco Montedoro. Il vino rosso Notabile si presenta con intensi riflessi granati e che all’olfatto risulta elegante ed al tempo stesso complesso con i sui sentori di tabacco con le sue note caratteristiche di frutti rossi. Il sapore è avvolgente e piacevolmente tannico, ottimo per essere abbinato con carni rosse, salumi, che in Umbria di certo non mancano, oppure formaggi stagionati. Anche la gradazione alcolica notabile in quanto compresa tra i 13 ed i 14 gradi. Questo si ottiene solamente grazie all’attenta selezione delle uve migliori dei nostri vitigni sui Colli Martani, uve notabili quindi sia autoctone che internazionali come Merlot, Sangiovese e Cabernet Sauvignon.

N.B.: Dopo alcuni sorsi del Notabile di Bettona I.G.P. rosso potreste sentirvi leggeri ma coraggiosi al tempo stesso, come pervasi da una ritrovata gioia di vivere e di credere in quello che state facendo. Tranquilli, non siete ubriachi, semplicemente è lo spirito dei nostri antichi notabili che risveglia il vostro ardore sopito. Cosa aspettate a provarlo?

 

Notte Romantica a Bettona: Vetunna è presente!

Notte Romantica a Bettona: Vetunna è presente!

Un evento straordinario in una location magica; una grande occasione per vivere lo storico Borgo medievale di Bettona, un evento che racchiude in sé vari momenti che hanno lo stesso fine ultimo: la promozione di un territorio, di un Borgo e della sua storia!

19:00 APERTURA BIGLIETTERIA
19:30 APERTURA PUNTI GASTRONOMIA

Sarà una notte dove protagonisti saranno coloro che, con la loro attività, credono nel territorio in cui operano e investono per il loro futuro. Saranno infatti i RISTORANTI, gli AGRITURISMI, i B&B e i PRODUTTORI presenti nell’intero territorio comunale a preparare le specialità gastronomiche e a presentare le eccellenze legate al territorio, accompagnate dai nostri vini Vetunna – Cantine Bettona.

Abbinamenti cibo con nostri vini umbri

Bere un bicchiere di vino deve essere sempre vissuto come un piacere ed ognuno quindi sceglie quello che più si avvicina ai propri gusti.

Quello che spiegheremo, perciò, in questo articolo è solamente un suggerimento di abbinamento vino cibo che potrebbe permettere di migliorare la nostra degustazione. In particolar modo ci interessa esplorare l’abbinamento tra cibo e vini umbri

CIBO PICCANTE o SPEZIATO o dal SAPORE DECISO? Occorre un vino strutturato, dal tenore alcolico elevato con un residuo zuccherino rilevante

Tutti i cibi a base di spezie, in generale, hanno bisogno di un vino importante e ben strutturato, sia per contrastare la “forza aromatica” della spezia, sia per dare maggiore soddisfazione ai nostri sensi, i quali troveranno il loro punto più alto quando, nel ring del “palato” avverrà lo scontro diretto tra vino e spezia.

Tra i nostri vini, nel caso di cibo piccante, vi consigliamo senza ombra di dubbio il NOTABILE, molto adatto anche con selvaggina, salumi e formaggi dal gusto deciso. Il suo gusto ricco e piacevolmente tannico aiuterà il palato ad accettare in maniera gradevole il sapore “forte” del cibo

CIBO GRASSO? Occorrono vini acidi o tannici, come trebbiano o sangiovese

Tutti i cibi grassi hanno una parte unta o oleosa che deve essere “portata via” da un vino che possa “raspare” il cibo. Le fritture di pesce o di verdure ad esempio sono cibi decisamente grassi che possono trovare il loro migliore connubio con un nostro TREBBIANO Umbria IGP, mentre una carne di maiale può essere sposata con il nostroMOLINACCIO, un sangiovese DOP Colli Martani in purezza

PIATTI DI PESCE? Vini bianchi o rossi, ma delicati, leggeri, aromatici, acidi

Tutto il pesce, tranne la frittura, ha bisogno di un vino delicato che lo accompagni, quasi lo accarezzi, in modo da esaltare il profumo e il sapore del pesce fresco.

Tra i nostri vini, uno particolarmente adatto ai piatti di pesce è indubbiamente il GRECHETTO Umbria IGP, ma super consigliato anche il BANDITA, vero fuoriclasse tra i vini bianchi dell’Umbria.

Il consiglio principale rimane comunque quello di bere quello che più aggrada il vostro palato, ma se volete provare a verificare qualcosa di diverso, i suggerimenti qui sopra esposti potrebbero esservi utili

Cesti e Pacchi natalizi: le nostre proposte

Entriamo in un periodo nel quale ognuno ragiona sul miglior regalo da fare a parenti ed amici. In questa possibile scelta anche Vetunna Cantine Bettona mette a disposizione i propri prodotti e quelli dei propri soci.

Chiaramente parliamo di prodotti legati al territorio di Bettona e dell’Umbria.

D’altro canto da oltre 40 anni Vetunna Cantine Bettona sta scommettendo sulla scelta di mettere insieme i produttori del territorio, al fine di rafforzarne tutta la sua filiera, “dalla terra al mercato”.

Tale scelta è oggigiorno sempre più premiante, soprattutto perché i consumatori stanno sempre più scoprendo le proprie origini e danno valore a ciò che permette di far crescere e sviluppare il luogo nel quale hanno deciso di vivere.

Cerchiamo, perciò, di riassumere le motivazioni che possono condurre a scegliere un cesto o un pacco regalo con prodotti del territorio:

a) i prodotti agroalimentari sono sempre molto apprezzati da parte di chi li riceve. Un cesto di prodotti, infatti, oltre che essere buono, porta con sé quell’idea di compagnia e condivisione che è tipica delle festività natalizie

b) i prodotti del territorio permettono di far circolare l’economia all’interno del territorio stesso. Le aziende agricole sono del territorio, i loro dipendenti vivono nel territorio, le produzioni arrivano dalla terra intorno alle nostre abitazioni

c) i prodotti enogastronomici del territorio permettono anche di aumentare la cultura dell’alimentazione e delle caratteristiche del cibo, attraverso la spiegazione, le etichette, il contatto diretto tra produttori e consumatori

Vetunna Cantine Bettona, con i suoi 200 soci, ha a disposizione diverse tipologie di prodotti coltivati direttamente sul territorio di Bettona, Cannara, Assisi, Torgiano e dintorni

A cominciare naturalmente dal vino, cuore dell’attività della Cantina Sociale, il quale verrà accompagnato da salumi, miele, legumi, ortaggi, frutta e olio.

I nostri pacchi hanno quindi una stretta provenienza territoriale e possono rappresentare una valida opportunità per fare un regalo natalizio di qualità e, perché no, delizioso al palato.

Donne-e-Vino

L’altra metà del vino

Sono sempre di più le donne che consumano e suggeriscono il vino

Negli Stati Uniti le donne consumano più vino degli uomini. Questo è un dato di fatto. In Italia la quantità di vino bevuta dalle donne si attesta all’incirca alla metà di quella bevuta dagli uomini, ma in alcuni casi si avvicina molto. In particolar modo nel consumo di vino biologico o di vino rosè in generale il “gentil sesso” non spreca una goccia (è proprio il caso di dirlo!).

E questo dato ci fa piacere, perché siamo convinti che le donne riescano meglio degli uomini a cogliere i profumi e gli aromi del vino, ad apprezzarne le qualità; esse, inoltre, scelgono il proprio vino con maggiore cura e sanno suggerire i giusti abbinamenti (sono molte le donne sommelier, ad esempio).

Ma ci sono altre informazioni che denotano questo forte interessamento delle donne nel vino. Gli acquisti di vino da parte delle donne nel mondo sono maggioritari: 83% negli USA, 80% nel Regno Unito, 70% in Francia, 60% in Svizzera, 57% in Australia. Anche perché in questa parte del mondo gli uomini acquistano e bevono principalmente birra

Inoltre le donne scelgono con maggiore consapevolezza, valutando la varietà e la regione di origine oltre che l’abbinamento con il cibo. Un quinto di loro ha anche una buona conoscenza dei vini. Per gli uomini contano invece di più l’etichetta e il prezzo

Inoltre, come abbiamo già accennato, anche da un punto di vista tecnico le donne stanno prendendo buone “quote di mercato”. Infatti le enologhe sono il 33% in Francia e il 50% in Spagna, mentre le donne Sommelier sono l’80% in Svezia, in Russia e Giappone, e il 40% in Italiale viticoltrici sono il 28% in Francia e il 30% in Italia

Questi dati sono presi da un’indagine condotta dal famoso blog internazionale pluripremiato http://socialvignerons.com (in questo articolo in particolare http://socialvignerons.com/2016/12/08/10-most-factually-incorrect-cliches-about-women-wine/) e dimostrano come le donne hanno le idee chiare anche in termini di scelta delle etichette e non acquistano mai un vino a caso.

La vicinanza delle donne al mondo del vino lo stiamo notando anche nella nostra cantina e tra i nostri clienti. Sono sempre di più i ristoranti dove a decidere la carta dei vini è una donna e sempre donne sono le persone che suggeriscono il vino giusto nelle enoteche e wine bar.

Insomma, più che un fenomeno del momento, si tratta di vera e propria realtà in forte crescita anche in Italia.

E allora… che sia porte (o meglio, cantine) sempre più aperte “all’altra metà del cielo”